Decennale STS

SpeleoTrekkingSalento festeggia il decennale del Trekking in Terra d' Otranto. Il trekking, nel Salento, ha dieci anni.

Sintesi storica: Verso la fine del 1992 il presidente Riccardo Rella, quantomai deciso ad intraprendere l'attività di escursionismo a piedi sul territorio Salento, riuscì a convincere cinque giovani, coinvolgendoli nella realizzazione di uno sperimentale itinerario Trekking. Scelse la località "Ciolo", nel comune di Gagliano del Capo, zona vistosamente carsica, ch'egli ben conosceva, in quanto, numerose volte, si era avventurato, sin dalla seconda metà degli anni settanta, nell'esplorazione delle numerose cavità naturali con il 1° Gruppo speleologico leccese storico, formato da: Severino Albertini, Isidoro Mattioli, Remo Mazzotta, Riccardo Rella, Gianni Binucci, Alberto Bernabei, Tiziana Basso, Paolo Antonelli e Tonino Mazzei.

 

Il 31 gennaio 1993, Rella, il pioniere del trekking salentino, sostenuto da Claudio Liaci, Paolo Solombrino, il figlio Giovanni Rella, Gennaro Mirra e Gianfranco Quarta, gettò le basi del Trekking guidato sul territorio Salento che, in seguito, si sarebbe rivelato il modo migliore per conoscerlo, amarlo, rispettarlo e divulgarlo.
Il 26-09-1998 ad Acaya, presente il sindaco di Vernole, Mario Mangione, furono consegnati i 6 attestati per quella storica "Alba del Trekking".


Avendone intuito le grandi potenzialità, deciso, come non mai, a continuare, il presidente Rella, insistette caparbiamente, per oltre un anno, fronteggiando le tante resistenze del nuovo Gruppo speleologico, affinché fosse individuato e messo a punto un primo tracciato ufficiale. Fu così, che il 5 giungo 1994, coadiuvato dallo speleologo Antonio Adamo (prima guida trekking salentina) che, sin da allora, gli si affiancò spontaneamente, accompagnò i primi 20 escursionisti, dalla masseria delle Orte di Otranto, sino al pittoresco faro nascosto, ancora sconosciuto, di Punta Palascia. (Capo d' Otranto).

  

DOMENICA 26 GENNAIO 2003